1. Rappresenterebbe sicuramente una valorizzazione per il territorio sia in termini di riqualificazione urbana che di valorizzazione immobiliare (vedi nota 1).

2. Alcuni sostengono che non ci sarebbero i flussi per giustificare una infrastruttura di questa capacità nella Val Bisagno. Noi ribaltiamo il ragionamento. Se una valle di 140.000 anime non genera i flussi per un tram allora forse bisogna intervenire sulle politiche di mobilità per generarli quei flussi…

Perché altrimenti è come dichiarare di non essersi dati obiettivi sufficientemente ambiziosi.

Una regolamentazione del traffico privato può aumentare significativamente la domanda del trasporto pubblico se questo viene nel contempo potenziato e reso più attrattivo (nota 2).

3. Sicuramente una linea BRT (Bus Rapid Transit, simile esteticamente ad un tram ma su gomma, senza rotaie), nel breve costerebbe meno. Significativamente meno rispetto alla tramvia, soprattutto se non elettrico ma a gasolio, quindi senza linea aerea.

La differenza è che il tram è una delle infrastrutture più sostenibili ed è ad impatto locale 0 dal punto di vista ambientale. Anche il filobus da questo punto di vista è sicuramente preferibile.

In ogni caso una valutazione di fattibilità di una infrastruttura importante come quella della Val Bisagno sarebbe opportuno sia fatta considerando un arco temporale medio-lungo (almeno 30 anni) e deve tenere conto di tutti gli aspetti: non solo il mero costo di investimento ma ad esempio i costi esterni evitati (i danni generati sulla popolazione), anche rispetto al BRT, e la citata ricaduta di valore sul territorio.

In conclusione. Se le risorse ci sono, pensiamo che una tramvia nella Val Bisagno non sarebbe certo un buttare via i soldi ma fare un investimento per il futuro (nota 3). E si avrebbe una infrastruttura che può abilitare nuove politiche di mobilità: sia per la maggiore attrattività del servizio (registrato praticamente ovunque) che per la capacità dell’offerta di trasporto che potrebbe assorbire il travaso di utenza, nel caso si decidesse (o si dovesse) limitare il traffico privato.

Il BRT potrebbe aumentare sicuramente la qualità dei trasporti, ma non farebbe fare il salto di qualità che la Val Bisagno merita a pieno titolo. E per la Val Bisagno sarebbe anche una occasione persa di riqualificazione.

Il tram sarebbe una scelta coerente se vogliamo darci degli obiettivi concreti di aumento dei passeggeri del trasporto pubblico.

#GenovaCambia

Note

Nota 1. Uno studio condotto a Milano per FNM, durante la redazione del bilancio di sostenibilità 2006-2008, nel quale, analizzando i dati catastali, è emerso come i valori immobiliari entro 500 metri da stazioni del ferro abbiano registrato un incremento del 15-20%, al netto dell’andamento del mercato immobiliare. Valore simile a quello registrato da altri studi in altre realtà. La valorizzazione è inoltre una dimostrazione indiretta della attrattività per l’utenza e dell’impatto che una infrastruttura di trasporto può avere anche sulle scelte abitative.

Nota 2. Nello studio di pre fattibilità della tramvia (https://www.amt.genova.it/…/Per-un-nuovo-sistema-del-traspo…) è stato considerato per il dimensionamento un incremento lieve della domanda dato dalla maggiore attrattività del tram, ma nessun incremento per lo “shift modale”, il passaggio da passeggeri privati a trasporto pubblico. Una tramvia ha una vita utile piuttosto lunga… nei prossimi 20 anni quindi non abbiamo intenzione di regolamentare in nessun modo gli accessi in auto verso il centro città? Se non è così allora perché non è stato considerato nel dimensionamento a regime dell’infrastruttura?

Nota 3. Si deve inoltre tenere conto delle stringenti normative ambientali che saranno introdotte nel tempo. La comunità scientifica internazionale, tutti gli organismi internazionali, l’Europa e lo Stato spingono sempre più verso un abbattimento delle emissioni. Dotarsi già di una infrastruttura sostenibile potrebbe essere un risparmio per un domani non così tanto lontano.

(Fonte rendering mondotram.it)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...